Voce e chitarra

Nata in Svezia da madre ungherese e padre svedese, ha studiato italiano all'Università di Uppsala laureandosi in Lettere e Italiano. In seguito ha vinto diverse borse di studio presso l'Università per Stranieri e l'Accademia Chigiana a Siena, e presso l'Università di Bologna che le hanno consentito di approfondire lo studio della lingua e della musica italiana, e di costruire intensi rapporti di scambio culturale con l'Italia, ancor oggi attivi grazie a numerose attività. Ha fatto parte di diversi complessi vocali tra cui il Coro Accademico da Camera dell'Università di Uppsala e il Collegium Musicum dell'Università di Bologna, e ha collaborato con musicisti di diverse nazio-
nalità.
Ha tenuto numerosissimi recital come solista, accompagnandosi con la chitarra, o in varie formazioni musicali, tra cui gruppi di musica "klezmer".

  

L'intreccio tra proprie radici svedesi, ungheresi ed ebraiche, e lo studio e la passione per la lingua italiana, hanno portato Katarina Hellgren a sviluppare una ricerca particolare attraverso la cultura e le canzoni italiane, testimoniata anche dalla traduzione dall'italiano allo svedese del testo di canzoni della tradizione e d'autore, con una particolare predilezione per Fabrizio de Andrè.

Ha tradotto e presentato anche in Italia La vita é una canzone, recital dedicato alla madre e alle proprie radici ebraiche, che raccoglie canzoni in jiddisch, ebracio, ungherese, ladino e svedese, incise sul CD Oi Mamme. Ha lavorato per l'Enit di Stoccolma (Ente Nazionale Italiano per il Turismo) ed è stata direttrice dell'Organizzazione Culturale Skådebanan di Uppsala.

Nell’estate è stata ospite della Fondazione Axel Munthe a Villa San Michele, in Capri, per un soggiorno di studio sui testi italiani di Fabrizio De Andrè.

Länk till Svensk-Italienska vänskapsföreningen Caravaggio